Apri Menu

Come diventare Risk Manager

“In una prospettiva di Corporate Governance, il tema della valutazione dei rischi si intreccia con quello della progettazione e implementazione del sistema di controllo interno, a garanzia dell’efficienza ed efficacia aziendale, della salvaguardia dei beni aziendali e della conformità alle leggi e regolamenti”

Autore: Testo tratto dal Position Paper di Anra “Gli standard di Risk management e l’ISO 31000”

In generale l’accesso alla funzione di Risk Manager o di Insurance Manager passa per  la decisione della direzione aziendale di dedicare una figura alla gestione delle polizze, per tenere sotto controllo i costi delle coperture e i risarcimenti dei sinistri: nelle piccole aziende questo è spesso un compito puramente amministrativo, mentre in aziende dalla struttura complessa si manifesta la necessità di una competenza specifica, a volte proveniente dal mondo assicurativo. Il fatto che la scelta ricada su una persona già inserita nell’impresa, può risultare utile perché questa porta con sé una profonda conoscenza del luogo di lavoro, con le sue relazioni, le sue attività specifiche e le relative problematiche.  

Il passo verso il Risk Management avviene quando la figura delegata prende coscienza – e con essa la direzione aziendale - del fatto che le polizze sono una soluzione, spesso incompleta, alle varie problematiche che stanno a monte, e che il modo migliore per risolvere un problema è individuarlo prima che si verifichi, contenerlo e gestirlo.  In tal modo le polizze diventano un sistema utilizzato in modo consapevole e finalizzato a far fronte a problematiche non diversamente gestibili.




© RIPRODUZIONE RISERVATA