Apri Menu

Il ruolo in azienda

“La configurazione delle interdipendenze e delle interrelazioni tra il Risk Manager, o la funzione a cui fa riferimento, e le altre figure aziendali è differente a seconda della dimensione, della visione e dell’approccio aziendale.”

Autore: Testo tratto dal Position Paper di Anra “Gli standard di Risk management e l’ISO 31000”
Per la definizione stessa dell’attività che coprono, il Risk Manager e l’Insurance Manager si relazionano all’interno dell’impresa con tutte le figure aziendali. La previsione del rischio infatti richiede la creazione di un dialogo continuo e attivo con tutte le funzioni, tecniche, commerciali, amministrative e logistiche.

In primo luogo, il Risk Manager e l’Insurance Manager hanno un dialogo diretto con la direzione e il consiglio di amministrazione, dal quale raccolgono le informazioni sulle strategie aziendali utili ad identificare le politiche di controllo e prevenzione da seguire. Le informazioni raccolte da Risk Manager e Insurance Manager nella loro attività si rivelano utili al Cda per effettuare scelte strategiche in piena consapevolezza di possibili criticità.
Il rapporto con i diversi settori aziendali è necessario per la raccolta di informazioni sui potenziali rischi e per l’istruzione da fornire a responsabili e maestranze sulle soluzioni di prevenzione o di contenimento del rischio. Tra i compiti del Risk Manager rientra anche l’operare al fine di prevenire possibili danni reputazionali dell’azienda.

Verso l’esterno, Risk Manager e Insurance Manager si relazionano direttamente con le diverse figure professionali collegate all’ambito delle assicurazioni e dei sinistri: consulenti, compagnie assicurative, broker, periti e legali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA