Apri Menu

17 giorni nel futuro, per cambiare il presente

Dal 22 maggio al 7 giugno si svolgeranno in Italia oltre 200 eventi dedicati al tema dello sviluppo sostenibile, per cercare una strada comune nel raggiungimento degli obiettivi posti dall’ONU con l’Agenda 2030

Autore: Redazione ANRA

Dopo la sottoscrizione dell’Agenda 2030 e degli obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals – SDGs) da parte dell’Assemblea Generale dell’ONU nel settembre 2015, imprese e governi di tutto il mondo si stanno muovendo per incrementare politiche e strategie volte al conseguimento dei 17 obiettivi fissati. Il tema era stato anche al centro di uno dei workshop organizzati nell’ambito del Convegno ANRA, lo scorso ottobre, ed è quanto mai attuale soprattutto per l’Italia: per la prima volta quest’anno il governo ha pubblicato la Strategia italiana per lo sviluppo sostenibile, prevista dalla legge, e ha incluso indicatori di benessere equo e sostenibile nel Documento di economia e finanza. Gli obiettivi di sviluppo sostenibile richiedono l’impegno di tutta la società: dai cambiamenti nell’educazione dei cittadini alla strutturazione di una finanza sostenibile, dagli strumenti per il disegno e la valutazione delle politiche alle modifiche degli assetti istituzionali per favorire le azioni volte al miglioramento della sostenibilità. L’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), che riunisce circa 160 organizzazioni, ha promosso quest’anno il primo Festival dello Sviluppo Sostenibile, una manifestazione di sensibilizzazione e di elaborazione culturale-politica diffusa su tutto il territorio nazionale. Il Festival rappresenta il principale contributo italiano alla Settimana europea dello sviluppo sostenibile (Esdw) e si svolgerà nell’arco di 17 giorni, dal 22 maggio al 7 giugno, durante i quali si terranno oltre 200 eventi (convegni, seminari, workshop, spettacoli) che coinvolgeranno tutto il territorio nazionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA