Apri Menu

2017, i dati complessivi sulle perdite da catastrofi

Le stime preliminari del tool Sigma, che analizza le perdite derivanti da eventi naturali e disastri provocati dall’uomo, registra il 2017 come uno degli anni peggiori dal 1970

Autore: Redazione ANRA

A chiusura d’anno arrivano i dati complessivi 2017 delle rilevazioni Sigma di Swiss Re, che fanno il punto sulle perdite economiche derivanti da disastri naturali e provocati dall’uomo, analizzando anche la percentuale dei costi assicurati. Quest’anno (si tratta comunque al momento di stime preliminari) si sono registrati danni complessivi per 306 miliardi di dollari: molto al di sopra dei 188 del 2016, e complessivamente il terzo risultato peggiore dal 1970, anno delle prime rilevazioni di Sigma. Le perdite assicurate ammontano a 136 miliardi di dollari e rappresentano quindi il 45% del totale, in linea con la media dell’ultimo triennio. Gran parte delle perdite economiche sono riconducibili al secondo semestre e sono conseguenza dei tre uragani Harvey, Irma e Maria, che hanno colpito gli Stati Uniti, insieme agli incendi in California. E’ quella nord americana dunque la zona più colpita. Globalmente, le vittime delle catastrofi sono state 11.000, un dato in linea con gli anni precedenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA